Insanely News

Diffusione di informazioni obiettive e costruttive.

Insanely News

Categoria: Avellino

Generoso Maraia nell’uninominale. Tra i maggiori eletti in Campania

[InsanelyNews] Eletti M5S Camera e Senato: primo partito con oltre il 32 per cento, il movimento pentastellato si è assicurato 221 seggi alla Camera

133 in base alla quota proporzionale e 88 seggi in base alla quota uninominale.

Per quanto riguarda il Senato, invece, sono 112 i seggi assicurati: 44 in base alla quota uninominale e 68 in base alla quota proporzionale.

Lo tzunami del Movimento Cinque Stelle in Irpinia e Campania spazza via gli altri partiti. Ben cinque eletti tra Camera e Senato: Michele Gubitosa (Avellino) e Generoso Maraia (Ariano Irpino) nei collegi unnominali e Carlo Sibilia e Maria Pallini nel listino proporzionale.
Riconferma, però con passaggio dal Senato alla Camera, per Cosimo Sibilia di Forza Italia.
Nel Partito Democratico eletto il capolista del proporzionale Umberto Del Basso De Caro.
Doccia fredda invece sul quinto seggio strappato a vantaggio di Salerno e sul quale confidavano uno tra il candidato della Lega Nord Marco Pugliese e il capolista di Fratelli d’Italia, il sindaco di Mercogliano Massimiliano Carullo.
Al Senato approda per il Movimento Cinque Stelle Ugo Grassi, eletto nel collegio uninominale Avellino-Ariano Irpino.

 

 

UNINOMINALE CAMERA: GLI ELETTI

Per il proporzionale i nomi non sono del tutto ufficiali e bisognerà valutare le possibili rinunce e i calcoli diversi nell’ultima versione del Nominale, mentre per l’uninominale i nomi sono blindati, sia alla Camera che al Senato.

Partiamo da Palazzo Montecitorio, dove il M5S ha ottenuto grandi risultati, ben superiori alle elezioni del 2013: se al Nord gli eletti sono pochi, con il Centrodestra che ha fatto razzia, al Sud come vi abbiamo già detto c’è stata l’en plein.

Ecco gli eletti al Sud del M5S: Salvatore Micillo, Luigi Di Maio, Vincenzo Spadafora, Andrea Caso, Doriana Sarli, Rina De Lorenzo, Raffaele Bruno, Roberto Fico, Silvana Nappi, Gianfranco Di Sarno, Luigi Gallo, Catello Vitiello, Angela Ianaro, Generoso Maraia, Michele Gubitosa, Antonio Del Monaco, Giuseppe Buompane, Nicola Grimaldi, Virginia Villani, Nicola Provenza, Nicola Acunzo.

 

Questo, invece, l’elenco dei candidati in Sicilia, dove il M5S ha ottenuto più eletti che seggi disponibili: Leonardo Salvatore Detto Aldo Penna, Giorgio Trizzino, Roberta Alaimo, Vittoria Casa, Giuseppe Detto Mongiovì Chiazzese, Piera Aiello, Dedalo Cosimo Gaetano Detto Dedalo Pignatone Pignatone, Michele Sodano, Vita Martinciglio, Francesco D’Uva, Mattia Villarosa, Andrea Giarrizzo, Giulia Grillo, Maria Laura Detta Laura Paxia, Simona Suriano, Eugenio Saitta, Marialucia Lorefice, Maria Marzana, Paolo Ficara.

UNINOMINALE SENATO: GLI ELETTI

Questo, invece, l’elenco di tutti i senatori M5S eletti al Senato: Mattia Crucioli in Liguria; Donatella Agostinelli, Mauro Coltorti e Giorgio Fede nelle Marche; Paola Taverna, Pierpaolo Sileri e Giulia Lupo nel Lazio; Primo Di Nicola in Abruzzo; Luigi Di Marzio in Molise; Danila de Lucia, Vilma Moronese, Ugo Grassi, Maria Domenica Castellone, Raffaele Mautone, Franco Ortolani, Paola Nugnese, Francesco Urraro, Virginia La Mura, Andrea Cioggi e Francesco Castiello in Campania; Gianmauro Dell’Olio, Angela Anna Bruna Piarulli, Ruggiero Quarto, Marco Pellegrini, Patty L’Abbate, Iunio Valerio Romano, Barbara Lezzi e Mario Turco in Puglia; Saverio De Bonis in Basilicata; Margherita Corrado, Nicola Morra, Silvia Vono in Calabria; Stanislao Detto Steni Di Piazza, Loredana Russo, Francesco Detto Franco Mollame, Gaspare Antonio Detto Rino Marinello, Pietro Lorefice, Grazia D’Angelo, Tiziana Carmela Rosaria In Stivala Drago, Nunzia Catalfo, Giuseppe Detto Pino Pisani in Sicilia; Giovanni Marilotti, Emiliano Fenu e Vittoria Francesca Maria Bogo Deledda in Sardegna.

 

Elezioni politiche 2018 e le Elezioni regionali in Lombardia e in Lazio.

Ciriaco De Mita

Ciriaco De Mita in Procura per due ore da Vincenzo D’Onofrio

InsanelyNews – Ciriaco De Mita in Procura per due ore.

 

«Meglio che non dico nulla», ha risposto il sindaco in modo serafico all’uscita del tribunale di Avellino. Erano da poco passate le 17. Ci era entrato due ore prima accompagnato, fin sull’uscio, dal suo vicesindaco, Walter Vigilante. De Mita è stato convocato in Procura come persona informata dei fatti nell’inchiesta sulle onlus “Aias” e “Noi con loro”. (Alle 19.45 il servizio su 696 Tv con Angelo Giuliani)

Al vaglio degli inquirenti avellinesi ci sarebbe una telefonata del 20 febbraio 2016 tra il giudice salernitano Mario Pagano nel frattempo arrestato per corruzione e lo stesso De Mita, in cui il sindaco di Nusco avrebbe chiesto a Pagano di ricevere un certo “Bigotta per una semplice cortesia”.

Il dubbio degli investigatori è che in realtà si riferisse a Gerardo Bilotta l’ex presidente della Onlus Aias che, insieme alla moglie di De Mita, Annamaria Scarinzi, è il principale indagato nella inchiesta aperta per far luce sui conti del centro di assistenza e riabilitazione di Via Morelli.

Bilotta si è dimesso dopo i primi sviluppi giudiziari dell’inchiesta. Alle 17 l’ex presidente del consiglio dei ministri ha lasciato palazzo di giustizia nessun commento con i giornalisti che lo attendevano all’esterno. E’ salito in auto ed è andato via non prima però di un criptico: “E’ meglio che non dico nulla”.

fonte

fonte

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén

English English Italian Italian